QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Mon10Feb200316:51
Emergenza Competitività: la competitive intelligence un'arma per il futuro
Si sta facendo strada in Italia la consapevolezza che la crisi economica mondiale non è il solo fattore che determina il rallentamento dell’economia italiana. Come ha detto anche il Presidente Ciampi in occasione del discorso del 29 novembre 2002 per la consegna delle insegne di Cavaliere dell’Ordine al Merito del Lavoro, la competitività una priorità nazionale.

 

Il rapporto annuale del World Economic Forum rivela che l’Italia nel 2002 era al 38° posto del Growth Competitiveness Index Rankings (indice della crescita competitiva), tra la Grecia e la Repubblica Ceca, mentre nel 2001 era 26°, tra Portogallo e Cile che nel 2002 hanno guadagnato rispettivamente 2 e 7 posizioni. Un altro studio,  portato avanti dalla Banca Mondiale,  indica perfino che nel 2020 l’Italia non farà più parte del futuro G10, e i rapporti del Censis e della Fondazione Rosselli confermano queste previsioni. Il nostro modo di affrontare il mondo oggi non ci consentirà di mantenere una posizione competitiva nel 2020, il cambiamento è necessario per non morire. Le prime ad essere colpite sono le aziende. Per mantenersi le aziende hanno l’obbligo di anticipare, adattarsi innovando e investendo nella ricerca. Un’azienda agile è un’organizzazione capace di rispondere velocemente con coerenza ed impegno in qualsiasi circostanza; la capacità di cambiare più velocemente del proprio rivale diventa la chiave del successo. D’ora in poi avranno successo solo le organizzazioni che cercano, elaborano ed usano le informazioni in modo più rapido, intelligente ed efficace. Qualsiasi entità economica deve imparare a controllare i propri flussi informativi prima di prendere una decisione strategica.

 

Il seminario che si terrà a Firenze il giorno 6 Marzo 2003 presso Palazzo Ricasoli, sarà una delle prime occasioni in Italia per parlare dei metodi per affrontare il problema della competitività delle imprese italiane.

Il seminario illustrerà i principi della Competitive Intelligence come supporto al processo decisionale delle aziende che vogliono mantenere e migliorare la propria posizione competitiva. Come l’ha definita Michael E. Porter della Harvard Business School, uno dei massimi esperti  di Competitive Intelligence, questa è il processo che permette di “dare l’informazione giusta, al momento giusto, alla persona giusta, per prendere la giusta decisione”.

Nel corso del seminario saranno illustrati le basi della Competitive Intelligence, i suoi obiettivi, l’impiego delle informazioni, i vari tipi di scanning dell’informazione e l’utilità di effettuare un processo di Competitive Intelligence nelle aziende di ogni dimensione. Esperti internazionali, come per esempio Kathrine Shelfer della Drexel University e Richard Whiters della Fuld & co., mostreranno come costruire un progetto di Competitive Intelligence nel totale rispetto della legalità e dell’etica dei professionisti del settore, ed accompagneranno le informazioni teoriche con illustrazioni di case study. Uno spazio particolare sarà riservato all’uso di Internet in un processo di Competitive Intelligence e al tipo di informazioni alle quali la rete dà accesso. 

 

Il seminario si indirizza a imprenditori, dirigenti, responsabili dello sviluppo strategico e responsabili marketing di aziende confrontate ad un mercato altamente competitivo e in generale a tutte le aziende che vogliono sviluppare nuovi prodotti, inserirsi in nuovi mercati o incrementare il proprio livello di competitività.

 

Per avere maggiori informazioni potete contattare gli organizzatori tramite l’indirizzo di posta elettronica This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. oppure visitando il sito www.competitive-intelligence.it.

 

 

Relatori

Michela Malfatti E.A.S.I. European Agency for Strategic Information www.competitive-intelligence.it

Kathy Shelfer College of Information Science & Technology Drexel University www.cis.drexel.edu

Udo Hohlfeld Infoplusdaten GmbH www.infoplusdaten.net

Pascal Frion ACRIE www.acrie.fr

Richard Whiters Fuld & Co. www.fuld.com

Susanna Chericoni Consorzio Pisa Ricerche www.cpr.it




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it