QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il Governo albanese e la Banca Mondiale hanno firmato un accordo di prestito da 85,3 milioni di dollari per un inveseimento nel settore idrico: le risorse erogate serviranno in particolare a migliorare la qualità dell´acqua e del sistema di smaltimento nella zona di Durazzo, dove è avvenuta la firma ufficiale dell´accordo.

La Slovenia potrebbe essere pronta all'emissione sul mercato di un nuovo pacchetto di obbligazioni statali (bond): il momento infatti potrebbe essere buono, anche grazie all'abbassamento dello spread sui titoli decennali sloveni (a metà gennaio lo spread era pari al 4,61%).

Il ministro dell’Agricoltura, Stanislaw Kalemba informa che ci saranno oltre 42 mld di Euro per l’attuazione della Politica Agricola Comune (PAC) in Polonia per gli anni 2014-2020, rispetto ai 39,2 mld di euro nel periodo 2007-2013”.

Si è svolto nei giorni scorsi l´evento Selection of Foreign investor in B&H, organizzato ogni anno da FIPA (l´Agenzia di Promozione degli Investimenti Esteri), al fine di dare riconoscimento e rilevanza a quelle imprese che contribuiscono ad offrire un´immagine positiva della Bosnia - Erzegovina nel mondo degli affari.

camperVi permette di viaggiare in completa autonomia. E' simbolo di libertà ed emancipazione. Perché le vacanze possono risultare comode anche lontano da una stanza d’albergo. Perché la crisi economica degli ultimi tempi non aggredisce, anzi incentiva, lo spirito d’avventura. Sono solo alcune delle ragioni che spingono giovani, adulti e famiglie a preferire l’acquisto di un camper, nuovo od usato, per vivere i propri momenti di relax su una vera e propria "casa mobile". La passione, tuttavia, non basta. Realizzare il sogno di avere un camper in garage, infatti, può rivelarsi un impegno economicamente oneroso, spesso talmente eccessivo da scoraggiare o rimandare (ad oltranza) la spesa. Difficile trovare camper che costino meno di 10.000 euro, più facile trovare camper che superino anche i 30.000 euro, a seconda degli standard e dei comfort richiesti.

Ecco, allora, che gli istituti finanziari giungono in aiuto, proponendo ai moderni viaggiatori prestiti accessibili, in molti casi assimilabili a quelli per auto usate. I prestiti, in generale ed anche quelli per il camper, come si evince dai pratici form di preventivo disponibili online come ad esempio
questi, vengono erogati per importi solitamente medio-alti. Per prima cosa, dunque, è consigliabile consultare i numerosi siti specializzati nel confronto delle migliori assicurazioni online per il camper, ad esempio cliccando qui, e mettere a confronto i dati relativi all’importo complessivo, alle rate, ai costi di gestione delle pratiche e ai tassi di interesse. Si scoprirà che esistono banche disposte ad erogare fino a 60.000 euro distribuiti in un arco di tempo che può arrivare a 120 mesi, che i tassi applicati oscillano tra il 7% e il 10% e che clausole e condizioni particolari, da valutare anticipatamente, dipendono in ogni caso del finanziamento a cui si mira.

Indispensabile, inoltre, tenere sempre in considerazione il fatto che si tratta comunque di un prestito: esso, in quanto tale, richiede costanza e stabilità, garanzie e sacrifici. L’erogazione della somma richiesta avverrà solo dopo la verifica della vostra situazione finanziaria: un lavoro stabile, un bilancio positivo, l’assenza di iscrizioni alla centrale rischi, un reddito sufficiente a coprire le rate mensili saranno le giuste carte da giocare per concretizzare il vostro progetto. Se acquistare un camper è il sogno della vostra vita e ritenete che sia giunto il momento di realizzarlo, investite parte del vostro tempo nella ricerca del mezzo e del finanziamento che meglio si addice alle vostre esigenze. Così darete un senso ai risparmi gelosamente custoditi fino a questo momento e capirete di aver fatto la scelta giusta, una scelta che, a ben vedere, è quasi una scelta di vita.

 

Secondo l’Ufficio sloveno di Statistica la esportazioni slovene nei primi undici mesi del 2013 hanno raggiunto complessivamente il valore di quasi 20 miliardi di Euro (+2,2% rispetto allo stesso periodo del 2012), le importazioni il valore di 20,42 miliardi di Euro (+0,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente). I principali partner commerciali nei primi nove mesi del 2013 si confermano, con il 75,3% del valore delle esportazioni slovene ed il 79,0% delle importazioni slovene, i paesi membri dell’Unione europea, in particolare la Germania, l’Italia e l’Austria.

Da molti anni, ormai, la cultura americana, diffusasi ovunque attraverso il cinema, la musica e la letteratura ci ha abituati a sentir parlare di assicurazioni e polizze di vario tipo, da quelle sanitarie a quelle sulla vita, sottoponendo all'attenzione del grande pubblico un mondo di cui in Italia, per anni, si è parlato soltanto in relazione all'ambito automobilistico.

Le compagnie di assicurazione offrono la possibilità di stipulare varie tipologie di contratto, in base alle esigenze di ciascuno e, tenendo conto del problema previdenza sociale, su cui si dibatte ormai da anni, in Italia sempre più persone scelgono di contrarre una polizza sulla vita confrontando online su siti come questo i vantaggi offerti da ciascuna compagnia.

I motivi che possono spingere una persona a scegliere di stipulare una polizza sulla vita sono diversi e vanno dalla necessità di ottenere un mutuo per l'acquisto di una casa, in modo da poter offrire alla banca maggiori garanzie in merito all'estinzione del debito contratto, alla necessità di garantire ai propri cari certezze economiche nell'ipotesi che colui, o colei, che funge da sostegno economico della famiglia, scompaia prematuramente o per malattia o in un incidente.

Inoltre, sempre più persone, accettano di contrarre una polizza vita per integrare i contributi previdenziali, perché ormai da molto tempo la pensione che a ciascun lavoratore viene assegnata in vecchiaia non è sufficiente a mantenere un tenore di vita decoroso, sia perché le diverse tipologie di contratto lavorativo spesso non favoriscono l'accumulo di contributi significativi da utilizzare nell'età in cui non si lavora più, sia perché la soglia dell'età pensionabile subisce continui innalzamenti, costringendo a lavorare anche coloro che non sono più in condizioni di farlo o che comunque, dopo tanti anni, desidererebbero godersi una tranquilla vecchiaia.

Alla luce di tutto questo, rivolgersi ad un istituto di credito privato diventa per molti l'opzione migliore per garantire a se stessi e ai propri familiari un futuro sereno.

Si è svolto nei giorni scorsi un incontro tra i rappresentanti del Parlamento di Bosnia - Erzegovina e il Network di cooperazione per il sostegno post-investimento che la FIPA (l´Agenzia di Promozione degli Investitori Esteri) porta avanti assieme alla International Finance Corporation (IFC), membro del Gruppo Banca Mondiale, nell´ambito del Progetto di Miglioramento dell´Ambiente di Business e della capacità di competere in Bosnia - Erzegovina; nel corso dell´incontro sono stati analizzati i risultati dell´attività del Network nel corso del 2013.

Per il popolo dei liberi professionisti è arrivata l'ennesima stangata: a partire dal 13 agosto 2013 tutti i professionisti dovranno stipulare una polizza RC, secondo l'Articolo 5 del Dpr 7 agosto 2012 n.137.

In pratica, tutti coloro che realmente esercitano una libera professione, assumendo in prima persona un incarico lavorativo (contratto) con un cliente, saranno obbligati stipulare un'assicurazione sulla responsabilità civile nei confronti di terzi. Questo tipo di assicurazione professionale può essere sottoscritta o tramite convenzioni collettive o direttamente con le compagnie assicurative, magari confrontando le assicurazione professionali online in siti come questo e trovando quindi il giusto preventivo.

assicurazioni professionali

Questo tipo di polizza, ormai quindi non più opzionale, serve a coprire responsabilità civili, amministrative, penali e disciplinari (ad esempio per inadempienza, imperizia, negligenza...) proteggendo l'operato del professionista: difatti, in caso di colpa grave, le compagnie assicurative avranno comunque obbligo di risarcimento, salvo però esimersi dal prendersi carico di pratiche che riguardano soggetti con una storia alla spalle di numerose richieste di risarcimento o danni.

Una protezione andrà ulteriormente ad incidere sulle tasche del popolo della partita iva, in particolar modo gli under 40, ovvero coloro che in proporzione con i colleghi più senior percepiscono parcelle più basse, (secondo l'Adepp intorno al 50%): proprio per questo il consiglio ai professionisti è di comparare online prima di stipulare la polizza.

Le obbligazioni della Società della Repubblica di Slovenia per le autostrade (DARS) verso gli istituti di credito nel 2014 sono stimate a 366 milioni di Euro. La DARS ha affermato che grazie agli accordi con le banche per la ristrutturazione del debito e all'introduzione della nuova politica dei prezzi (aumento del prezzo delle vignette), l'azienda quest'anno non avrà problemi di liquidità.

assicurazioni risparmio

In Italia le tariffe delle assicurazioni auto sono le più alte d'Europa, ma anche da Nord a Sud dello stivale esistono delle differenze sostanziali. A causa di una morosità sempre più accesa (incidenti fasulli, tagliandi contraffatti, false lettere di rimborsi alle compagnie assicurative) che ha visto aumentare i rimborsi anche più del dovuto, il premio assicurativo è aumentato e nelle varie regioni italiane le differenze sono notevoli, sopratutto nelle regioni centro-meridionali come Campania, Calabria, Sicilia.

E' anche però vero che gli italiani sanno riconoscere le offerte e hanno capito come risparmiare, sopratutto online: cercare nuove tariffe sul web, confrontare, cambiare compagnia per usufruire di incentivi per i nuovi clienti, sono diventate delle procedure di risparmio sempre più utilizzate. Le variazioni di prezzo possono essere confrontate e non è difficile trovare un'assicurazione on line che proponga offerte e prezzi più bassi rispetto alle situazioni tabellari delle regioni.

I patentati dello stivale sono quindi sempre più informati e scelgono la soddisfazione e il risparmio: confrontano, studiano e scelgono i preventivi più convenienti: sembra che la pigrizia che per anni non ha fatto registrare un grande flusso migratorio da una compagnia all'altra, abbassando la concorrenza, sia esaurita e lo spirito critico sia più efficace.

Ma vediamo dunque quali sono gli automobilisti che pagano di più. Alcune associazioni dei consumatori – tra le quali Cittadinanzattiva – hanno elaborato i dati nel rapporto “RC Auto. Quanto mi costi?”: se sembra scontata una tariffa alta per un neo-patentato, quello che stupisce sono le differenze per gli adulti in classe di massimo sconto. In media paga 661 euro, con picchi di più di 1700 euro a Napoli; la più economica è invece Aosta con poco più di 300 euro.

Pagano quindi di più gli assicurati del Sud (in media un adulto 776 euro), non si discosta di molto il Centro che supera di poco i 700 euro, mentre tariffe mediamente meno onerose per i patentati sono quelle del Nord (quasi 550 euro).




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it