QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

L'agenzia statunitense Standard & Poor's (S&P) ha mantenuto in data 17 gennaio 2014 il rating della Slovenia ad A-, con outlook stabile. Secondo la S&P la situazione politica in Slovenia si è stabilizzata: si ribadisce tuttavia l'importanza di procedere con il consolidamento dei conti pubblici. L'agenzia valuta che lo Stato risponderà in modo adeguato ai problemi nel settore bancario, perciò non sarà necessario ottenere un aiuto esterno.
Il S&P prevede nel 2014 un calo del PIL del -1%, l'economia slovena dovrebbe riprendersi nel 2015 (+0,9%) e nel 2016 (+2,1%). Per il 2013 si stima che il deficit di bilancio avrebbe raggiunto il -15,7% del PIL, soprattutto a causa della ricapitalizzazione e del risanamento delle banche, mentre nel 2014 dovrebbe scendere, secondo le previsioni, al 7,2% del PIL e nel 2015 al 2,5% del PIL. I costi complessivi per il risanamento delle banche sarebbero, secondo le previsioni del S&P, pari al 15,4% del PIL. Il debito pubblico, che raggiungerebbe nell'anno corrente il 75,6% del PIL, si stabilirà nei prossimi anni intorno questa percentuale.

La Grecia inviterà presto gli investitori internazionali a valutare le opportunità di investimento nei giacimenti di gas e petrolio presenti nel sud e nell´ovest del paese.

Il vento degli investimenti sembra essere decisamente tornato a soffiare in Grecia: particolarmente attivi gli investitori degli Emirati Arabi Uniti e del Qatar, che attraverso i propri fondi stanno cercando di acquisire piccole e medie imprese.

Il Consiglio Direttivo della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo ha approvato nei giorni scorsi la nuova strategia per la Bosnia - Erzegovina, che delinea le priorità della Banca nel Paese per i prossimi tre anni.

La Cina ha stanziato fondi per 1,7 milioni di dollari a favore dell´Albania, frutto di un accordo firmato nei giorni scorsi dal Ministro albanese dell´Economia, il Commercio e l´Imprenditoria Arben Ahmetaj e l´Ambasciatore cinese a Tirana Ye Hau.

La BERS prevede per il 2014 una diminuzione del PIL sloveno del 2%.

Il sentimento economico in Slovacchia è aumentato a gennaio, per il sesto mese consecutivo, secondo gli ultimi dati diffusi oggi dall’Ufficio di Statistica nazionale. L’indicatore del clima economico è salito a 96,1 dal precedente 95,4 del mese di dicembre. Si tratta del livello più alto dall’agosto 2012.

In base alle rilevazioni della Banca Nazionale Croata, nel periodo compreso fra il 1993 ed il terzo trimestre 2013 (ultimi dati disponibili) l’ammontare degli IDE effettuati in Croazia (stock) e’ stato di 27,14 miliardi di €, di cui 1,066 miliardi nel 2012 e 530,5 milioni di € nel periodo gennaio-settembre 2013. Nell'arco temporale 1993 – 3 trimestre 2013 il principale investitore risulta essere l'Austria (26,8%), seguita dalla Germania (12,2%), dai Paesi Bassi (11,8%), dall'Ungheria (8,9%), dal Lussemburgo (6,4%) dalla Francia (5,1%) e dall'Italia (4,8%).

Durante la Conferenza sugli investimenti in Slovenia svoltasi il 16 gennaio 2014 ad Istanbul, alla quale hanno partecipato circa 80 operatori economici turchi, questi ultimi hanno manifestato interesse per l'acquisto dell'Aeroporto di Lubiana e delle società Aero e Cinkarna (tre società incluse nella prima lista di 15 aziende in via di privatizzazione). Fra gli altri progetti si è verificato rilevante interesse anche per il settore turismo.

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI - IMF) ha lievemente migliorato le previsioni macroeconomiche per la Slovenia, prevedendo per il 2014 un calo del PIL del -1,1% (mentre nella sua precedente previsione di ottobre la riduzione era del -1,4%). La stima della crescita economica per il 2013 è di -1,7%, mentre nella previsione autunnale era del -2,6%.

Il Fondo Statale greco per le privatizzazioni - TAIPED ha approvato nei giorni scorsi il testo del contratto relativo alla vendita del 100 per cento della compagnia creata ad hoc per la gestione dell´area dell´ex aeroporto ateniese Elleniko, con l´obbiettivo di giungere ad un accordo per la sua utilizzazione entro il primo trimestre dell´anno.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it