QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Elenco news

L’anno scorso Intesa Sanpaolo (già Banka Koper) ha prodotto utili netti pari 4,2 milioni di euro, -79% rispetto all’anno precedente, quando gli utili netti raggiunsero 20,2 milioni, scrive l'ICE.

Siamo ancora in attesa del picco dell'economia bulgara, considerando che per il 2018 si prevede un aumento medio del PIL del 4,4 % e nel 2019 un rallentamento fino al 4,2 %.

Il Primo Ministro Miro Cerar ha dichiarato di non essere contrario alla proposta di Nuova Slovenia/NSi e del Partito democratico/SDS di proteggere, attraverso emendamenti alla legge costituzionale (per i quali è necessaria la maggioranza dei due terzi), la NLB di fronte alle azioni legali croate riguardanti i depositi di risparmio dell’ex filiale della Ljubljanska banka di Zagabria.

La rinomata rivista finanziaria internazionale Global Finance ha assegnato il premio per l'istituto migliore dell'anno in Serbia a Banca Intesa, scrive l'ICE.

La Banca centrale croata qualche giorno fa ha condiviso i dati relativi ai volumi di depositi bancari detenuti negli istituti di credito commerciali del Paese.

La stampa finanziaria scrive che la Commissione Europea e la BCE hanno indirizzato al governo sloveno due lettere in cui sollecitano la privatizzazione della principale banca slovena, informa l'ICE.

Consistente allentamento per i controlli sui movimenti dei capitali in Grecia, in vigore da ormai 33 mesi: il limite per il ritiro di denaro contante è stato portato nei giorni scorsi da 1.800 a 2.300 euro al mese per cliente: non si tratta del primo innalzamento del limite, ma è comunque quello più sostanzioso dal momento dell'imposizione dei controlli, nel giugno 2015, informa Ekathimerini.

Dodici fondi di investimento hanno espresso interesse per la cartolarizzazione del portafoglio dei crediti improduttivi (Non Performing Loans - NPL), per un valore nominale di 700,5 milioni di euro, messo in vendita da Attica Bank, informa Ekathimerini.

La Banca europea per gli investimenti (Bei) intende proseguire nel sostegno e nella cooperazione con le autorità di Belgrado sui progetti in corso e nuovi, per arrivare alla conclusione dei progetti infrastrutturali fondamentali per lo sviluppo del paese.

Nel richiamarsi a “fonti non ufficiali, ma attendibili”, la stampa finanziaria riporta che la Banca centrale ha vietato alla terza principale banca del Paese, la NKBM, di allargarsi, informa l'ICE.

La Primo Ministro della Republika Srpska (una delle due entità che compongono la Bosnia ed Erzegovina) Zeljka Cvijanovic, ha affermato nei giorni scorsi che la prima tranche del prestito del Fondo Monetario Internazionale è quasi certa e di non aspettarsi problemi legati alle ultime questioni da risolvere, come quella relativa alla legge sulle assicurazioni, informa Sarajevo Times.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it