QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

L'essere umano vive sempre di piu', ed e' cosi' ovunque nel mondo. La speranza di vita mondiale e' cresciuta di poco piu' di sei anni dal 1990 al 2013., passando dal 63,6 a 71,5 anni.

Dal 11/12/2014 i nuovi procedimenti di pignoramento che riguardano i veicoli (auto e moto) e i crediti del debitore presso terzi (stipendi, conti correnti bancari, etc.) diventano più snelli e veloci in conseguenza a quanto prevede la Legge di conversione del DL 132/2014 (Legge 162/2014).

Denunce
- AGCM: le attivazioni di contratti non richiesti o carpiti con l'inganno, omissione o incompletezza di informazioni sono considerate “pratiche commerciali scorrette” e sono in tal senso segnalabili all'Autorità garante per la concorrenza ed il mercato (AGCM), detta anche Antitrust. Pur se non strettamente utile nel caso personale, la segnalazione è un onere civico e potrebbe determinare il sanzionamento del venditore e/o ripercussioni sulla sua attività.
QUI il sito per le segnalazioni online
-Autorità giudiziaria. In caso di siti truffaldini, firme false, etc., ovvero quando si ritiene che vi sia un reato, si potrà effettuare un esposto denuncia all'autorità giudiziaria, anche per il tramite del sito della Polizia Postale.

Anche in caso di attivazione indebita di un contratto di fornitura di gas o energia elettrica occorre attivarsi per ripristinare la situazione precedente. 

Si fa presente che in questo ambito sono previsti anche indennizzi forfettari variabili a seconda del problema riscontrato (attivazione non richiesta della preselezione 2,50 euro al giorno, attivazioni non richieste in generale 5 euro al giorno, perdita del numero imputabile ad un gestore 100 euro per ogni anno di precedente utilizzo del numero, massimo 10, etc.). 

In caso di attivazione indebita di un contratto telefonico non richiesto ci si dovrà attivare perchè venga ripristinata la situazione precedente. Il nostro consiglio in questi casi è, anche per evitare di rimanere invischiati nel rimpallo di responsabilità tra vecchio e nuovo gestore, inviare la contestazione ad ambedue, con intimazione ad annullare il contratto e ripristinare la situazione precedente. 

E' sufficiente contestare di non aver mai richiesto la fornitura né sottoscritto alcun ordine o contratto, diffidando il venditore dall'avanzare richieste in merito, finendo con il rituale avvertimento che in difetto ci si difenderà nelle sedi legali opportune. 

La prima cosa da sapere è che in caso di “forniture non richieste” di beni, servizi, acqua, gas, elettricità, teleriscaldamento e contenuto digitale, la legge esonera il consumatore dall'obbligo di pagare. 

Nei contratti telefonici l'offerta/contratto viene inviato ovviamente dopo l'adesione verbale (cd. vocal order) ed è vincolante solo DOPO esser stato sottoscritto. 

In molti casi però la “consegna” vera e propria avviene durante la sottoscrizione dell'ordine, in forma leggibile e scaricabile, con accettazione tramite marcatura di una casella (check box). 

Il venditore è tenuto a dare conferma dell'avvenuta conclusione del contratto non più tardi del momento della consegna del bene oppure prima che l'esecuzione del servizio abbia inizio. La conferma comprende anche la consegna delle condizioni contrattuali (se non già avvenuta).




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: netzappingsrl@pec.it