QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Tue27Mar201812:17
#Bosnia: #Governo della #Federazione procede su concessioni #petrolio e #gas
Il Governo della Federazione di Bosnia ed Erzegovina (una delle due entità che compongono lo Stato di Bosnia ed Erzegovina) ha in cantiere il rilascio di concessioni per la ricerca e lo sfruttamento di petrolio e gas sul proprio territorio, informa Sarajevo Times.

Il progetto è sostenuto dal Governo Centrale: il Ministero per l'Energia, le Miniere e l'Industria ha annunciato un bando per la ricerca di un consulente per la redazione dell'asta per le concessioni; i grandi investitori sono da anni interessati ai potenziali giacimenti, soprattutto nella Federazione, il cui Governo nel 2011 ha firmato un memorandum ha con la Shell (rinnovandolo nel 2013 e '14) e ha già offerto un contratto di 1,2 milioni di BAM (marchi: 1 marco = 0,50 euro circa) per servizi di consulenza.

La Shell tuttavia, complice il trend di ribasso dei prezzi del petrolio, ha in seguito mollato la presa, ma le attuali circostanze ne sembrano aver ravvivato l'interesse per la questione. L'ultima versione del Memorandum prevedeva che la compagnia avrebbe investito nel progetto tra i 300 e i 700 milioni di BAM, in particolare nella digitalizzazione dei dati geologici e geofisici e nello studio e ricostruzione degli strati tettonici al fine di ottenere le prime informazioni di base sulle prospettive di sfruttamento del sottosuolo.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it