QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Fri15Dec201711:10
#Croazia, si pensa a brand unico per i mercati globali
Ammonta a 2 miliardi di kune (0,26 miliardi di euro) lo stanziamento assicurati nei fondi europei finalizzato al rafforzamento del settore IT destinato alla Croazia. Un importo significativo che fino ad oggi e' stato sfruttato soltanto in minima parte a dimostrazione che il lavoro da fare e' ancora tanto. Lo hanno confermato i partecipanti alla conferenza Digital & Tech organizzata dalla Camera d'Economia croata (HGK).

"Il nostro primo obiettivo deve essere quello di definire l'industria IT croata in modo da poterle assicurare le condizioni necessarie per presentarsi in modo adeguato sui mercati esteri.Contemporaneamente dobbiamo impegnarci e rimuovere quanti piu' possibili paletti amministrativi che ostacolano la crescita delle aziende, ma anche velocizzare il processo di digitalizzazione" ha affermato il vicepresidente dell'Associazione IT operante in seno all'HGK, Plamenko Barisic, che auspica un accordo volto a riunire sotto un brand tutte le societa' croate operanti nel settore.

Secondo ICE, Barisic ha poi aggiunto che "questo ci renderebbe piu' forti sul mercato global. Nel 2016 i ricavi dell'industria IT ammontavano a circa 19 miliardi di kune (2,53 miliardi di euro) -il 28% dei quali derivano dall'export-e confermavano la tendenza alla crescita che dura gia' da anni. A incidere sul risultato sono sopratutto i servizi IT e le soluzioni software, mentre il comparto hardware e' ancora di nicchia. L'80% delle societa' hanno sede a Zagabria e generano 15 miliardi di kune (c.a. 2 miliardi di euro) di ricavi. Complessivamente il settore impiega piu' di 25 mila persone" ha detto Boris Zitnik dell'Omnia Consult.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it