QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il governo albanese ha proposto di incrementare il salario minimo dei dipendenti del settore privato. La proposta dovrebbe essere discussa venerdì prossimo durante la riunione del Consiglio nazionale del lavoro, scrive l'ICE.

Attualmente il salario minimo è di 22 mila lek (circa 160 euro) al mese. Le imprese, in particolare quelle dedite alle esportazioni, si sono già dette scettiche, temendo effetti negativi. "Esiste il rischio che i costi possano aumentare. Per gli esportatori le scelte saranno due: ridurre la produzione o diminuire il numero dei dipendenti", ha dichiarato Alban Zusi, presidente del Centro albanese delle esportazioni.

"Gli imprenditori rischiano di ridurre le proprie entrate, già a bassi livelli, e l'attività potrebbe risultare senza interesse", ha sostenuto invece Gjergji Gjika, presidente della Camera dell'industria manifatturiera, un settore reso competitivo grazie ai bassi costi di manodopera.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it