QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

L’Unione europea ha concesso 3,5 milioni di euro a sostegno della seconda fase dell’attuazione della riforma amministrativo-territoriale in Albania, riporta l'ICE.

Il finanziamento rientra nel programma Star 2, che vede impegnate altre istituzioni internazionali e vari paesi, quali l’Italia, tramite la cooperazione allo sviluppo, la Svezia, la Svizzera, l’Agenzia statunitense Usaid e l’Agenzia delle Nazioni unite per i programmi di sviluppo (Undp) incaricata di gestire il programma.

La riforma territoriale ha ridotto da 385 a soli 61 il numero dei comuni in Albania. “Le autorità locali e regionali sono vitali per la vita democratica dell’Ue e sono attori chiave per l’attuazione delle politiche comuni europee. Noi ci attendiamo che questo contributo porti al miglioramento della qualità delle democrazia a livello locale e dei servizi ai cittadini ed alle imprese”, ha dichiarato Yngve Engstroem, responsabile per la cooperazione presso la Delegazione Ue a Tirana, alla cerimonia della sigla dell’accordo con l’Undp.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: netzappingsrl@pec.it