QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Lusinghiero secondo la stampa finanziaria il bilancio dei primi dieci anni dall'introduzione dell’euro in Slovenia, riporta l'ICE.

Le autorità albanesi hanno firmato un accordo con la Banca europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (Bers) per rifinanziare i debiti della società a capitale statale di generazione dell’energia elettrica KESH.

Uno studio di Bank Austria ha rivelato che le regioni di Burgenland e Carinzia, che per molti anni non hanno registrato uno sviluppo economico forte, nel 2016 hanno avuto i tassi di crescita più alti del paese (rispettivamente 2,4 pc e 2,3 pc), scrive Kurier, riportato da ICE.

Quest’anno per la Serbia si concluderà con circa 1,8 miliardi di euro di investimenti diretti esteri, e 220 milioni di euro di intervento incentivante da parte statale con 15.000 nuovi posti di lavoro.

L'agenzia di rating Standard & Poor's (S&P) ha migliorato l'outlook della Slovenia, elevandolo da stabile a positivo; resta invariato l'attuale rating (A-1) ottenuto nel giugno scorso, precisa l'ICE.

La cinese SGCC - State Grid Corporation, la più grande utility a livello mondiale, ha perfezionato nei giorni scorsi l´acquisto di una quota di minoranza in ADMIE, il gestore della rete elettrica ellenica, informa Ekathimerini.

La Bosnia ed Erzegovina è diventata negli ultimi anni una destinazione molto attraente per gli investitori arabi: nella capitale, come nelle altri maggiori città, sono già stati rilasciati i permessi per la realizzazione di vari complessi residenziali, destinati sia ai cittadini bosniaci, che a quelli delle nazioni di origine degli investitori, scrive Sarajevo Times.

Sono stati selezionati 14 progetti nell'ambito del programma Collaborative Grant Scheme for R&D Organizations and Private Sector Enterprises, finanziato dall'UE con 2,4 milioni di euro e dalla Repubblica di Serbia con 1 milione di euro.

La Banca centrale slovena ha migliorato le previsioni economiche per quest’anno, elevandole dall’1,9 pc ad almeno il 2,2 pc.

Le banche greche rivedono al rialzo le proprie stime sulle transazioni condotte attraverso carte di pagamento, che nel 2016 dovrebbero raggiungere un ammontare di circa 20 miliardi di euro, rispetto ai 15 miliardi del 2016, informa Ekathimerini.

Secondo i dati Eurostat, la Slovenia continua ad essere al di sotto della media UE in termini di consumo pro capite.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: netzappingsrl@pec.it