QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Secondo i primi dati dell’Ufficio nazionale di statistica (i dati definitivi saranno pubblicati ad agosto) nel 2017 l’economia slovena è cresciuta del 5% in termini reali.

Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Istituto nazionale di statistica della Serbia, il PIL della Serbia ha registrato nell'ultimo trimestre del 2017 una crescita del 2,5 per cento, il che rappresenta una crescita dello 0,6 per cento rispetto al trimestre precedente.

Lo sviluppo della Bulgaria nord-occidentale è priorità strategica per il paese e per questo motivo il governo bulgaro utilizza tutti gli strumenti per promuovere la sua ripresa economica, scrive l'ICE.

L’istituto di ricerca economica Wifo ha reso noto che nell’ultimo trimestre del 2017 il PIL austriaco è cresciuto dello 0,9 percento in più rispetto al trimestre precedente e del 2,9 percento in più su base annua.

Statistik Austria nel mese di febbraio ha rilevato un tasso di inflazione dell’1,8 per cento, informa l'ICE.

In un’intervista rilasciata alla TOK FM radio, il Ministro delle Finanze, Leszek Skiba, ha annunciato che le previsioni del suo ministero indicano un aumento del 7% circa degli investimenti nel 2017, tendenza che si prevede possa proseguire per tutto il 2018, informa l'ICE.

Il Ministero delle Finanze e l’autorità fiscale FS hanno steso una direttiva sull’imposizione dei profitti provenienti da criptomonete, come i bitcoin, questo è quanto è stato affermato il ministro delle Finanze Peter Kažimír (Smer).

Nel 2017 il conto corrente e il conto capitale della bilancia dei pagamenti sono in positivo e ammontano a 1,980 miliardi di euro, mentre nel 2016 la Banca nazionale bulgara ha registrato un'eccedenza di 2,561 miliardi di euro.

L’Assemblea nazionale ha approvato la scorsa settimana con 34 voti contro 31 la legge sull’incentivazione degli investimenti, che equiparà gli investitori locali e stranieri nell’accesso agli incentivi statali e consentirà l’esproprio ai fini degli investimenti strategici, informa l'ICE.

Il disavanzo corrente greco nello scorso mese di dicembre è cresciuto rispetto allo stesso mese del 2016, per effetto di un peggioramento generale di tutte le voci che lo compongono, ad eccezione del deficit commerciale, informa Ekathimerini, riprendendo i dati pubblicati dalla Banca di Grecia. A dicembre 2017, il deficit del bilancio ellenico ammontava a 1,241 miliardi di euro, rispetto a 1,008 miliardi del 2016; il deficit commerciale si è invece ridotto, soprattutto grazie al miglioramento delle esportazioni; i ricavi del settore turistico sono cresciuti lievemente da 181 a 182 milioni di euro.
Il saldo attivo della bilancia dei pagamenti è cresciuto fortemente nel 2017. Lo indicano i dati della Banca Centrale Ceca.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it