QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

L'Austria contribuisce con ben seicento ditte specializzate in tecnologie ambientali (e tra esse sono molte le piccole e medie imprese) a garantire uno sviluppo sostenibile, registrando una crescita interessante nel settore Ambiente con un fatturato complessivo di 4 miliardi di euro, di cui il 65% ricavato dall'export.

Alcune di queste imprese sono leader sul mercato mondiale. Ma il mercato interno non è meno vivace: analizzando alcune delle regioni austriache, si osserva che nel Burgenland la città di Güssing si auto-approvvigiona in materia di energia elettrica e riscaldamento ed è completamente indipendente grazie all'utilizzo della biomassa da scarti boschivi e agli impianti a biogas: da materia prima fungono mais e foraggio.


A Salisburgo è stata fondata una "Borsa per l'energia elettrica ecologica" che quest'anno contribuirà con un fondo di 60.000 euro da investire in progetti di energia pulita, sommandosi agli incentivi statali. Nel Vorarlberg la ditta Bachmann Electronics, specializzata in alta tecnologia, ha sviluppato e fabbricato centraline per industrie e per il settore dell'energia eolica, aumentando il suo fatturato del 30% e raggiungendo i 42,5 milioni di euro. Nella Bassa Austria l'azienda WEB, produttrice di energia eolica, ha investito un milione di euro in un nuovo stabilimento produttivo. L'azienda Biodiesel Kärnten GmbH in Carinzia dal 2001 trasforma gli oli alimentari scaduti in biodiesel, ottenendone anche tre prodotti secondari: glicerina, fertilizzante e gasolio biologico da riscaldamento.


Nel 2006 questa raffineria ha ottenuto un fatturato di 20 milioni di euro e per il 2007 prevede un raddoppiamento delle entrate. Anche nelle restanti Regioni austriache le imprese che si occupano di tecnologia ambientale hanno visto aumentare fatturato e guadagni.

ICE - by Roberto Rais



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: netzappingsrl@pec.it