QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il Governo ha approvato il Piano Nazionale per lo Sviluppo di infrastrutture integrative a banda ultralarga per il quale l'Unione europea ha gia' stanziato i fondi. Questo programma permetterà di espandere Internet e le tecnologia di nuova generazione in tutta la Croazia.

Secondo una stima preliminare di Eurostat, il PIL destagionalizzato è cresciuto del 2.5% nella zona euro durante il primo trimestre del 2018, rispetto al primo trimestre del 2017.

Lo sviluppo del Porto di Fiume e' strettamente collegato all'ammodernamento della rete ferroviaria e della sua infrastruttura. Per questo motivo, sono stati sottoscritti contratti relativi ai progetti di sviluppo del Porto fiumano, per un ciclo di investimenti del valore di 37,6 milioni di euro, che hanno l’obiettivo di migliorare i servizi al terminal container di Brajdica.

Dallo studio “Taxing Wages” stilato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) sul raffronto tra 35 Paesi industrializzati, risulta che nel 2017 l’Austria, con una pressione fiscale sul reddito del 47,4 percento, si è collocata al quinto posto della classifica degli Stati più esosi.

Sulla base dei dati forniti dall’istituto di statistica, Statistik Austria, e dall’Autorità di sorveglianza del mercato finanziario (FMA) l’istituto di statistica europeo Eurostat ha rivisto leggermente al ribasso la quota del debito pubblico austriaco portandola dal 78,6 al 78,4 percento del PIL.

Il Fondo Monetario Internazionale ha pubblicato le nuove statistiche sulla crescita economica della Croazia.

In aprile si è concluso il giro di valutazioni dei progetti, e la conseguente approvazione della dotazione finanziaria, del primo ciclo di Call of Proposals per il progetto di cooperazione tranfrontaliera Interreg IPA che coinvolge l’Italia, Albania e Montenegro, scrive l'ICE.

Il Presidente della Banca europea per gli investimenti (BEI) Werner Hoyer, ha presentato il nuovo programma di prestiti incentrato sugli investimenti nella bioeconomia nell'UE.

Il Ministro delle Finanze Peter Kažimír (Smer) vanta il fatto che la Slovacchia abbia gestito un avanzo fiscale primario (escluso il rimborso del debito) per la prima volta nel 2017.

Il deficit di bilancio complessivo è giunto all’1% del PIL. Quest’anno, dovrebbe scendere all’0,8% e il prossimo anno allo 0,3%. Kažimír afferma che le finanze pubbliche sono sulla giusta via e che il governo può permettersi un imponente aumento degli stipendi del settore pubblico così come le altre misure sociali.
L'Eurostat ha recentemente aggiornato i dati sul debito pubblico dell'eurozona e dell'UE 28, sancendo che rispetto al 2016 il deficit è calato dall'1,5% allo 0,9% nella prima aurea, e dall'1,6% all'1% nella seconda.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it