QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Fri25May201812:56
#Croazia, investimenti nel settore privato
La segretaria di stato del Ministero del mare, del traffico e dell’infrastruttura Nikolina Brnjac ha accennato al problema della scarsita' degli investimenti nel settore ferroviario, nel quale negli ultimi tempi e' stato investito solo il 10% del totale destinato alle infrastrutture, mentre nelle strade e autostrade l’85%.

La mancanza di investimenti ha contributo al rallentamento della velocita' media al di sotto di quella del periodo austro-ungarico. Alla tribuna intitolata “Come vediamo il futuro della ferrovia?”, organizzata dall’Unione ferroviaria, l’HGK e l’HUP, e' stato detto che solo un investimento di 50 miliardi di kune (ca. 7 miliardi di euro) nei prossimi 20 anni potrebbe riportare l’infrastruttura ferroviaria allo splendore di quando fu costruita 40 fino a 100 anni fa.

Secondo le statistiche ufficiali, ci ricorda ICE, il 28,2% delle merci nell’UE viaggia su treno, mentre in Svizzera ed Austria questa percentuale sale addirittura al 50%. In Croazia solo il 16,3 % delle merci viaggia su treno. Per quanto riguarda la quota del trasporto ferroviario di passeggeri, nel 2014 essa era pari all’8,4% nell’UE, 17,3% in Svizzera, 12,1% in Austria, 8% nella Repubblica Ceca e in Slovacchia, 3% in Croazia.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it