QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Tue26Sep201712:34
#Grecia: #esportazioni tengono a galla #economia
La produzione industriale in Grecia ha subito una contrazione di oltre il 30 per cento nel periodo 2008 - 2013, accompagnata dalla perdita di oltre 50.000 posti di lavoro nel settore manifatturiero: l´ennesima fotografia della situazione è stata stavolta scattata dall´Associazione Panellenica degli Esportatori e della Camera di Commercio e Industria di Atene, informa Ekathimerini.

La novità è che stavolta non tutto viene addebitato agli effetti della crisi: a venire evidenziato è infatti un processo di più lungo periodo che ha visto un aumento progressivo del costo del lavoro non accompagnato da una crescita proporzionale della produttività: le opportunità di crescita del settore manifatturiero sono così state perse e ora l´uscita dalla crisi è affidata in primo luogo alle esportazioni.

La crescita media della produzione industriale nel periodo 1995 - 2007 si è attestata allo 0,6 per cento, precipitando poi a -6,3 per cento tra il 2008 e il 2013; tra il 1995 e il 2010 il costo del lavoro è aumentato del 117 per cento, mentre la produttività è cresciuta del 9 per cento; successivamente, nel periodo 2010 - 2013 i due indici si sono riallineata, quanto il costo del lavoro è calato del 10 per cento.

Gli investimenti nel settore sono passati dai 3 miliardi di euro del 2009 al miliardo del 2012, per poi tornare a crescere lievemente nel 2014; la lenta ripresa del settore manifatturiero, soprattutto a partire dal 2014 è stata per lo più affidata alle esportazioni, che nel periodo 2009 - 2016 sono cresciute del 44,4 per cento.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it