QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

I depositi bancari del settore privato in Grecia hanno registrato in dicembre un nuovo calo, dopo la crescita dei due mesi precedenti, secondo i dati della Banca Centrale: la riduzione, scrive Ekathimerini, sarebbe però dovuta a cambiamenti apportati alla valutazione delle rilevazioni statistiche.

Secondo quando pubblicato, comunque, i depositi delle famiglie sarebbero scesi a 121,38 miliardi di euro, facendo segnare un calo di 3,42 miliardi pari al 2,7 per cento e toccando così il livello più basso dal luglio 2003; gli stessi depositi in dicembre erano cresciuti di 170 milioni di euro, raggiungendo quota 124,8 miliardi.

Tuttavia, va sottolineato come dallo scorso dicembre la Banca di Grecia ha sottratto dal computo dei depositi del settore privato le risorse contenute in alcuni fondi speciali, pari complessivamente a circa 6,3 miliardi di euro. Il provvedimento è stato preso dopo che la società di statistica ELSTAT ha ricollocato tarli fondi tra quelli facenti capo al governo.

Resta comunque il fatto che l´andamento dei flussi dei depositi verso il sistema bancario greco da un anno a questa parte si è estremamente ridotto, per effetto delle conseguenze delle misure prese nell´ambito del terzo piano di salvataggio concordato coi creditori internazionali; le banche greche continuano così a dipendere in larga misura dalle risorse della banca centrale per colmare la scarsità delle proprie fonti di finanziamento.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it