QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Elenco news

Tengono i prezzi delle case nel secondo trimestre 2012 nonostante il crollo delle compravendite immobiliari. Secondo i dati forniti dall'Agenzia del Territorio rispetto al primo trimestre dell'anno si riscontrano cali delle quotazioni quasi ovunque ma abbastanza contenuti.

Mercato dei mutui mai così in calo come nei primi otto mesi del 2012. E’ il quadro fornito dal Barometro CRIF sulla domanda dei mutui da parte delle famiglie italiane. Una contrazione delle domande pari al 42% rispetto ad agosto 2011 e del 44% se comparato con le richieste dei primi otto mesi dello scorso anno.

I depositi in euro presso le banche albanesi hanno toccato il loro massimo degli ultimo otto mesi: secondo l´agenzia statale albanese ATA, questi sono cresciuti in giugno di circa 44,8 milioni di euro, contro un incremento di 14,4 milioni in maggio.

Tiene la domanda. O meglio, la voglia di domanda. Perche', per ammissione degli stessi intervistati, il problema e' l'assenza di sostegno bancario.

Crolla il mercato delle case nel primo trimestre del 2012: le compravendite del settore residenziale hanno registrato una flessione del 19,6% rispetto al primo trimestre del 2011 passando da 136.780 a 110.021. Lo rende noto l'Agenzia del Territorio nella nota sull'andamento del mercato immobiliare, precisando che si tratta per le case della piu' brusca caduta tendenziale dall'inizio del monitoraggio trimestrale (2004).

A maggio ecco i primi lievi segnali di una inversione di tendenza nella richiesta di mutui e prestiti da parte delle famiglie italiane: i mutui registrano -38%, miglior dato dall’inizio del 2012, e la domanda di prestiti inizia a godere di una certa stabilità.

Secondo una ricerca condotta dall’Area Research di MPS, i deboli segnali di ripresa del mercato immobiliare avvertiti nel 2010 non hanno trovato conferma nel corso del 2011, segnalando una contrazione del -2,2%. 

Sono diversi gli appelli a non pagare l'IMU. In genere sono appelli di esponenti politici che, ritenendo ingiusta l'imposta (soprattutto per i possessori di prima casa) invitano, in base alla credibiita' che avrebbero nell'essere piu' o meno popolari, a non versare il dovuto.

Nel primo trimestre 2012 la spesa dei consumatori nell’UE ha subito un lieve calo, pari allo 0,2% anno su anno, confermando la tendenza al ribasso già registrata nel corso del 2011.

Il tasso sui mutui scende ad aprile al 4,37% contro il 4,54% di marzo. Lo rende noto Bankitalia, aggiungendo che i tassi d'interesse sui prestiti alle imprese sono invece aumentati leggermente (3,68% dal 3,58%).

Nonostante la Grecia continui a vivere una crisi nera, ben al di là dal concludersi, la ´grande paura´ sembra essere passata: secondo gli ultimi del settore bancario, dopo le elezioni di metà giugno il fenomeno del ritiro dei depositi dalle banche sembra essersi definitivamente arrestato e anzi, si comincia ad assistere a un inversione del trend, col ritorno dei depositi nelle banche.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it