QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Elenco news

I mutui, uno dei tasti dolenti della situazione economica italiana: un picco di rifiuti da parte delle banche e tassi sempre più alti non hanno aiutato il mercato immobiliare.

Sembra però che, per chi stesse cercando casa e riuscisse a farsi attivare il mutuo, la soluzione più economica sia il mutuo surroga, o permuta. In cosa consiste?

Per mutuo surroga si intende il trasferimento del proprio mutuo presso un'altra banca che offre condizioni migliori: nel caso che l'Euribor provoci un continuo aumento della rata, o se le condizioni economiche del richiedente non siano più consone al pagamento, la prima cosa da fare è richiedere la rinegoziazione(così come deciso nel Decreto Bersani). Se la banca rifiuta, si può procedere con la permuta presso un altro istituto di credito.

Queste due operazioni non sono un costo per il mutuato, in quanto le spese per le pratiche sono tutte a costo della banca: il mutuo surroga sembra essere davvero l'opzione migliore per risparmiare.

Facciamo un esempio: il soggetto Y, lavoratore a tempo indeterminato, ha acquistato una casa presso un gruppo immobiliare dal valore di 250 mila euro e ha acceso un muto presso la banca X; gli resta un residuo di muto da 80.000 euro da pagare in 10 anni.

Quali sono le banche più convenienti? A tasso fisso e variabile troviamo sempre Bnl Bnp Paribas e i suoi TrasformaMutuo fisso con una rata mensile di circa 856 euro (taeg 5,38%) e TrasformaMutuo variabile con una rata mensile di circa 790 euro (taeg 3,58%). Per i tassi misti, si potrebbe optare per Ing Direct e il suo Mutuo Arancio Surroga Fisso 5 Rinegoziabile con 60 rate da circa 830 euro (taeg 4,58%) e la possibilità per le restanti di richiedere una modifica.

Dopo il servizio della trasmissione tv 'Le Iene', andato in onda qualche giorno fa, siamo stati subissati di richieste di verifica dei mutui per capire se è possibile chiedere indietro gli interessi pagati alla banca. Nel servizio si fa riferimento alla sentenza n. 350 del 9 gennaio 2013 della Suprema Corte di Cassazione in materia di mutui e in tema di interessi.

Il Gruppo MutuiOnline cresce nel mercato della mediazione creditizia online grazie alla acquisizione del 100% del capitale di Money360.it.

Hanno subito un balzo del 413,4% le ipoteche legali sugli immobili utilizzate nel secondo semestre 2012 soprattutto dalla Pubblica Amministrazione per il recupero dei crediti relativi a tributi e sanzioni, secondo i dati Experian.

Nel terzo trimestre 2012, secondo le stime preliminari, l'indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie sia per fini abitativi sia per investimento registra una diminuzione dell'1,1% rispetto al trimestre precedente e del 3,2% rispetto allo stesso periodo del 2011. Lo rileva l'Istat.

Crolla il mercato del credito alle famiglie nei primi nove mesi del 2012, con una 'pesante contrazione, mai registrata in precedenza', dei prestiti per l'acquisto della casa. 

Continuano a crescere, sebbene a un ritmo più lento, i crediti bancari a rischio insolvenza: alla fine di settembre l´ammontare complessivo aveva raggiunto i 50 miliardi di euro, riflettendo la difficile situazione che in cui versano famiglie e imprese.

Lo scorso novembre il prezzo medio di un appartamento a Zagabria e' ammontato a 1.671 euro per metro quadro, il che rappresenta un calo dello 0,7% rispetto all’ottobre del 2012 ed un calo del 4,3 % rispetto al novembre dello scorso anno.



Il Governo bulgaro, anche accogliendo alcune indicazioni provenienti dalle comunità diplomatica e internazionale, ha realizzato un sito web istituzionale dedicato al settore immobiliare, www.property-in-bulgaria.bg, amministrato dall’Agenzia del registro delle imprese presso il Ministero della Giustizia.

La crisi incide profondamente sul mercato immobiliare. Secondo i dati diffusi dall'Agenzia del Territorio infatti le compravendite di immobili residenziali sono scese nel terzo trimestre del 26,8%, mentre il totale delle compravendite immobiliari ha fatto registrare una flessione del 25,8%. La flessione del terzo trimestre e' la peggiore dal 2004.

Nel solo mese di ottobre la domanda di mutui da parte delle famiglie italiane ha subito un crollo del 40% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it