QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Nei giorni scorsi le associazioni dei piccoli azionisti, a nome di circa 350 interessati, hanno avviato azioni legali nei confronti di sei istituti bancari (fra i quali quelli principali: NLB, NKBM e Abanka) che durante il risanamento delle banche, nel 2013, avevano “espropriato” i possessori di titoli subordinati (cd. bail-in), informa l'ICE.

I piccoli azionisti chiedono indennizzi e si richiamano alla sentenza della Corte costituzionale slovena dell’ottobre scorso, la quale ha constatato che i titolari di azioni subordinate all'epoca non potevano avvalersi di un’efficace tutela giuridica in quanto impossibilitati ad accedere a informazioni sufficienti per contestare la decisione di allora della Banca centrale slovena.

I mezzi di informazione riportano che i termini per avviare simili azioni contro la Banca centrale (al fine di evitare la prescrizione) scadranno nel maggio 2017.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: netzappingsrl@pec.it